Taking too long? Close loading screen.

Diritto civile

Ordinanza Decisoria EX ART 702 TER C. P. C. in tema di danno conseguente ai vizi presentati dall’opera oggetto di contratto di appalto

Il signor XY con contratto di appalto del23.11.13 commissionava alla ditta zw di tizio, convenuta, lavori da effettuare sul tetto dell’immobile di sua proprietà. La realizzazione dell’opera veniva a sua volta regolarmente subappaltata alla ditta pinco pallo. Terminati i lavori l’attore ravvisava e denunciava all’appaltatore gravi infiltrazioni di acqua in corrispondenza delle aree interessate ai lavori oggetto del contratto; quest’ultimo preso atto dei vizi per il tramite del subappaltatore interveniva più volte per tentarne la rimozione, non andata buon...

Leggi di più...

Bigenitorialità: affido condiviso

Brevi note al decreto Tribunale di Bologna Nell’ambito di un procedimento in tema di esercizio della della responsabilità genitoriale a seguito di separazione, scioglimento, cessazione degli effetti civili, annullamento, nullità del matrimonio ovvero all'esito di procedimenti relativi ai figli nati fuori del matrimonio Si segnala un interessante decreto del Tribunale di Bologna pronunciato in Camera di Consiglio il 283.03.2017. Si tratta di un padre che nell’impossibilità di vedere i figli, chiede al Tribunale di pronunciarsi e individuare quale possa essere il percorso...

Leggi di più...

Culpa in vigilando

Sempre più spesso i genitori chiedono alle scuole il risarcimento dei danni subiti dai figli nel corso dell’attività scolastica. I precettori, infatti, sono tenuti a sorvegliare i minori nel tempo in cui sono loro affidati e si liberano dalla responsabilità solo se riescono a dimostrare di non aver potuto impedire il fatto, ossia di avere adottato tutte le azioni che in base alle circostanze concrete sembravano idonee ad evitare il danno. La giurisprudenza è ormai costante nell’attribuire alla responsabilità...

Leggi di più...

Richiesta di pagamento di compensi professionali – Procedimento sommario di cognizione ex art. 702 bis c.p.c. – Inammissibilità

L'Avv. Stefano Borsari che, unitamente alla collega di Studio Avv. Elisabetta Quarata, ha redatto le difese nel procedimento in oggetto, segnala questa importante Ordinanza del Tribunale di Bologna, intervenuta in tema di procedimento sommario di cognizione (c.d. “rito sommario”) ex art. 702 bis c.c. Non si rinvengono precedenti in termini. Il Tribunale di Bologna, con Ordinanza del 19 marzo 2014, ha accolto l’eccezione pregiudiziale di incompetenza del Tribunale adito in una causa che era stata radicata in forma di Ricorso ex...

Leggi di più...

Anatocismo bancario

Si segnala questa importante Sentenza in tema di anatocismo bancario. L’Avv. Stefano Borsari così commenta la recente pronunzia. Il Tribunale di Bologna, con Sentenza 15 maggio 2013, n. 1498 ha stabilito alcuni principi cardine in tema di anatocismo bancario e tutela del correntista. In primo luogo, ha confermato la fondezza della doglianza relativa alla illegittimità della capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi applicata dall’istituto bancario nei confronti del cliente. In secondo luogo, ha riaffermato il principio in forza del quale deve essere dichiarata la...

Leggi di più...

Anatocismo bancario: Tribunale di Bologna, 28 ottobre 2012

Si segnala l'importante Sentenza del Tribunale di Bologna, 28 ottobre 2012 - Avv. Stefano Borsari. Ancora una recente pronuncia che ha condannato una Banca, territorialmente diffusa anche fuori dall'Emilia Romagna, per avere applicato clausole di capitalizzazione trimestrale degli interessi (anatocismo). L'Avv. Borsari dichiara: "La recente Sentenza rappresenta un importante punto di riferimento in materia di anatocismo bancario" e aggiunge: "da anni, il nostro Studio Legale si è specializzato in contenziosi in materia bancaria e finanziaria, avvalendosi di Consulenti esterni e indipendenti,...

Leggi di più...

Giudice di Pace – Rito locatizio – Danni materiali

Si segnala un'importante Sentenza del Giudice di Pace di Bologna (n. 4881 del 27 giugno 2012) in materia di rito locatizio e richiesta di risarcimento danni a beni mobili per un valore complessivo inferiore ad Euro 5.000. Avv. Andrea Zanni: "La fattispecie è la seguente. La proprietaria di un appartamento già concesso in locazione ad una ragazza, dopo l'abbandono dell'immobile, ha notificato atto di citazione in giudizio, innanzi al Giudice di Pace, chiedendo la condanna dell'ex inquilina al risarcimento dei...

Leggi di più...