Taking too long? Close loading screen.

News & Eventi

studio-legale-associato-bologna-evento-scuole-paritarie

Evento | Le scuole paritarie e le norme su trasparenza e responsabilità degli enti

Evento organizzato da CDO Opere Educative Martedì 19 novembre 2019 Sala delle Formelle, Via Legnone 20, Milano. Gli avv.ti Valerio Girani e Maria Cristina Fabbretti partecipano come relatori all'evento organizzato da CDO Opere Educative per parlare di compliance delle scuole paritarie. Modera l'evento l'avv. Marco Masi. Con una recente delibera (n. 617/2019) l’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) ha preso in esame il tema della applicabilità anche alle scuole paritarie della legge n. 33/2013 (“disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di...

Leggi di più...

La trasformazione di una associazione riconosciuta in fondazione: l’iter da seguire

L’operazione di trasformazione eterogenea di un ente senza scopo di lucro, nel caso di specie la trasformazione di una associazione riconosciuta in fondazione, è oggi prevista e disciplinata dal Codice Civile. Il decreto legislativo n. 117/2017 (codice del terzo settore) ha infatti introdotto ex novo nel Codice Civile l’articolo 42-bis, teso appunto a disciplinare le operazioni straordinarie (trasformazioni, fusione e scissioni) di associazioni e fondazioni. Secondo l’articolo 42-bis cc: “Se non è espressamente escluso dall’atto costitutivo o dallo statuto, le associazioni riconosciute...

Leggi di più...

Pronuncia della Corte d’Appello di Bologna in tema di prescrizione della domanda restitutoria.

La Corte d’Appello di Bologna con sentenza n. 1852/2019, pubblicata il 13.06.2019, ha accolto l’appello formulato avverso la sentenza pronunciata dal Tribunale di Forlì (n. 1276/2014) accogliendo la domanda di parte appellante. Con la pronuncia è stato sancito che l’eccezione di prescrizione è da considerarsi tempestiva se proposta in comparsa di costituzione e risposta ex art. 167 c. p. c., ossia nel termine di venti giorni prima rispetto alla prima udienza indicata nell’atto di citazione. L’eccezione poi era stata espressamente...

Leggi di più...

Pronuncia del Tribunale di Bologna

PRONUNCIA DEL TRIBUNALE DI BOLOGNA IN TEMA DI PRESUNTE VIOLAZIONI RELATVE ALL’ANATOCISMO, ALLA VARIAZIONE DI CONDIZIONI ECONOMICHE, ALLA MANCATA GIUSTIFICAZIONE DEI SALDI DEBITORI INIZIALI, ALL’APPLICAZIONE DI TASSI D’INTERESSE, COMMISSIONI E ONERI SUPERIORI ALLA SOGLIA USURARIA E AGLI OBBLIGHI INFORMATIVI DI CUI AL TUB Il Tribunale di Bologna con la sentenza n. 1521/2019 ha ribadito alcuni importanti principi in tema di rapporti bancari. In primo luogo è stata richiamata la giurisprudenza della Suprema Corte, secondo la quale, “...nei rapporti di conto corrente...

Leggi di più...
studio-legale-associato-bologna-associazioni-non-riconosciute-debiti-fiscali

Associazioni non riconosciute: il presidente risponde personalmente per i debiti fiscali dell’ente

Con la sentenza n. 19985 del 24 luglio 2019 la Corte di Cassazione Sez. Tributaria ha ribadito la responsabilità personale del Presidente di una associazione non riconosciuta per i debiti maturati dall’ente nei confronti dell’erario. Per le associazioni non riconosciute (prive cioè di personalità giuridica) l’art. 38 del Codice Civile stabilisce infatti che delle obbligazioni sociali “rispondono anche personalmente e solidalmente le persone che hanno agito in nome e per conto della associazione”. Con la sentenza citata la Cassazione ha precisato...

Leggi di più...
studio-legale-associato-bologna-revoca-della-patente-nei-casi-di-omicidio-stradale-e-lesioni-personali

La revoca della patente nei casi di “omicidio stradale” e “lesioni personali stradali gravi o gravissime” non è più automatica

Con la recente sentenza n. 88/2019, la Corte Costituzione ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 222, comma 2 del decreto legislativo n. 285 del 30.04.1992 (Nuovo codice della strada), nella parte in cui non prevede, in caso di condanna ovvero di applicazione della pena su richiesta delle parti (patteggiamento) per i reati di cui agli articoli 589-bis c.p. “Omicidio Stradale” e 590 bis c.p. “Lesioni personali stradali gravi o gravissime”, il giudice possa applicare, quale sanzione amministrativa accessoria, in alternativa...

Leggi di più...
studio-legale-associato-bologna-esami-di-recupero-a-settembre-diritto-scolatico

Esami di recupero a settembre: la valutazione collegiale del consiglio di classe in sede di scrutinio finale

In sede di scrutinio finale, il processo di valutazione di ammissione o meno alla classe successiva di un alunno, per essere corretto nella forma e nella sostanza, deve potersi fregiare del più alto senso di collegialità, esternata nella sua delibera, incarnazione diretta della volontà dell’organo, che non può esimersi dall’essere debitamente motivata e circostanziata in ogni sua fattispecie. Il Consiglio di classe deve quindi obbligatoriamente mantenere la medesima composizione di quello che ha preceduto le operazioni finali. Il Consiglio di classe...

Leggi di più...
studio-legale-associato-bologna-diritto-civile2

DOCENTI – vincolo quinquennale di permanenza su posti di sostegno

L’art. 127, comma 2, della legge n. 297/2014, dispone che: “I docenti di sostegno fanno parte integrante dell'organico di circolo ed in esso assumono la titolarità. Essi, dopo cinque anni di appartenenza al ruolo dei docenti di sostegno, possono chiedere il trasferimento al ruolo comune, nel limite dei posti disponibili e vacanti delle dotazioni organiche derivanti dall'applicazione dei commi 5, 7 e 8 dell'articolo 133 del presente testo unico”. La norma sopra richiamata va correttamente interpretata alla luce della direttiva...

Leggi di più...
studio-legale-associato-bologna-privacy-byod-regolamento-interno-lavoratori

BYOD: perchè definire un regolamento interno per i lavoratori

Articolo dell'Avv. Elia Barbujani pubblicato sulla rivista specialistica Cybersecurity360 che affronta il tema dell'utilizzo, da parte di dipendenti e collaboratori, di strumenti personali per le prestazioni professionali (secondo il noto acronimo BYOD - Bring Your Own Device). Il BYOD rappresenta una sfida per tutti gli studi professionali e aziende: la maggior parte di essi consente ai propri collaboratori di gestire le email aziendali su dispositivi personali, ma senza individuare modalità sicure per il trattamento. Cosa succede in caso di smarrimento del...

Leggi di più...
studio-legale-associato-bologna-articolo-modello-231

Il Modello 231: obbligo o opportunità?

Il Decreto legislativo 231/2001 ha introdotto nell’ordinamento italiano un regime di responsabilità amministrativa a carico degli Enti per alcuni reati commessi, nell’interesse o vantaggio degli stessi, da persone fisiche che rivestano funzioni apicali (rappresentanza, amministrazione, direzione ecc.) o persone soggetti a direzione e vigilanza. l legislatore ha espressamente previsto, nel caso di reati commessi da ‘apicali’, la possibilità per l’Ente di andare esente da responsabilità nella sola ipotesi in cui si sia dotato di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo...

Leggi di più...