Taking too long? Close loading screen.

Diritto civile

studio-legale-associato-bologna-articolo-modello-231

Il Modello 231: obbligo o opportunità?

Il Decreto legislativo 231/2001 ha introdotto nell’ordinamento italiano un regime di responsabilità amministrativa a carico degli Enti per alcuni reati commessi, nell’interesse o vantaggio degli stessi, da persone fisiche che rivestano funzioni apicali (rappresentanza, amministrazione, direzione ecc.) o persone soggetti a direzione e vigilanza. l legislatore ha espressamente previsto, nel caso di reati commessi da ‘apicali’, la possibilità per l’Ente di andare esente da responsabilità nella sola ipotesi in cui si sia dotato di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo...

Leggi di più...
studio-legale-associato-bologna

Pronuncia del Tribunale di Bologna in tema di Responsabilità di amministratori di società cooperativa

Il Tribunale di Bologna con la sentenza n. 284/2019 ha ribadito alcuni importanti principi in tema di responsabilità. La responsabilità degli amministratori nei confronti della società trova la sua fonte nell’inadempimento dei doveri imposti agli stessi dalla legge o dall’atto costitutivo, ovvero nell’inadempimento degli obblighi generali di vigilanza o di intervento preventivo e successivo, che gli amministratori sono chiamati ad osservare con la diligenza richiesta dalla natura dell’incarico e dalle loro specifiche competenze. Ormai pacifica la natura contrattuale di tale...

Leggi di più...

In tema di assegno divorzile

Il Tribunale di Forlì, con sentenza pronunciata lo scorso mese di novembre, ha ribadito quali sono i presupposti per la corresponsione dell’assegno divorzile in favore del coniuge. Siamo in sede di divorzio contenzioso e, accertato che deve essere dichiarata la cessazione degli effetti civili del matrimonio contratto fra le parti, ricorrendo i presupposti di cui all’art. 3, numero 2, lettera b, Legge 01 dicembre 1970, n. 898, il tribunale ha poi affrontato il tema relativo alla corresponsione o meno di...

Leggi di più...

Pronuncia del tribunale di Ferrara in tema di collegamento negoziale

Il Tribunale di Ferrara, con sentenza pronunciata ex art. 281 sexies c. p. c., ha riaffermato il principio del collegamento negoziale sussistente fra un contratto con cui il signor XY si impegnava a pagare Lire 23.990.000, quale corrispettivo per l’acquisto di un certificato di multiproprietà relativo a un complesso denominato WZ e un contratto di finanziamento sottoscritto nel medesimo momento. In realtà, stabilisce il Tribunale, il signor XY è stato vittima di una truffa poiché fu contattato con la promessa...

Leggi di più...

Addebito della separazione e contributo al mantenimento

La Corte d’Appello, con sentenza pronunciata il 27.06.2018, riafferma il principio che la violazione dell’obbligo di fedeltà ha quale conseguenza la pronuncia di addebito della separazione. Nel caso in oggetto, l’infedeltà è stata provata per testi e per tabulas, con la produzione della trascrizione di messaggi che venivano scambiati fra il coniuge e una terza persona, da un apparecchio in uso al primo. Nel corso del processo, veniva sentito anche il titolare dell’utenza telefonica verso cui erano dirette le telefonate e...

Leggi di più...

Ordinanza Decisoria EX ART 702 TER C. P. C. in tema di danno conseguente ai vizi presentati dall’opera oggetto di contratto di appalto

Il signor XY con contratto di appalto del23.11.13 commissionava alla ditta zw di tizio, convenuta, lavori da effettuare sul tetto dell’immobile di sua proprietà. La realizzazione dell’opera veniva a sua volta regolarmente subappaltata alla ditta pinco pallo. Terminati i lavori l’attore ravvisava e denunciava all’appaltatore gravi infiltrazioni di acqua in corrispondenza delle aree interessate ai lavori oggetto del contratto; quest’ultimo preso atto dei vizi per il tramite del subappaltatore interveniva più volte per tentarne la rimozione, non andata buon...

Leggi di più...

Bigenitorialità: affido condiviso

Brevi note al decreto Tribunale di Bologna Nell’ambito di un procedimento in tema di esercizio della della responsabilità genitoriale a seguito di separazione, scioglimento, cessazione degli effetti civili, annullamento, nullità del matrimonio ovvero all'esito di procedimenti relativi ai figli nati fuori del matrimonio Si segnala un interessante decreto del Tribunale di Bologna pronunciato in Camera di Consiglio il 283.03.2017. Si tratta di un padre che nell’impossibilità di vedere i figli, chiede al Tribunale di pronunciarsi e individuare quale possa essere il percorso...

Leggi di più...

Culpa in vigilando

Sempre più spesso i genitori chiedono alle scuole il risarcimento dei danni subiti dai figli nel corso dell’attività scolastica. I precettori, infatti, sono tenuti a sorvegliare i minori nel tempo in cui sono loro affidati e si liberano dalla responsabilità solo se riescono a dimostrare di non aver potuto impedire il fatto, ossia di avere adottato tutte le azioni che in base alle circostanze concrete sembravano idonee ad evitare il danno. La giurisprudenza è ormai costante nell’attribuire alla responsabilità...

Leggi di più...

Richiesta di pagamento di compensi professionali – Procedimento sommario di cognizione ex art. 702 bis c.p.c. – Inammissibilità

L'Avv. Stefano Borsari che, unitamente alla collega di Studio Avv. Elisabetta Quarata, ha redatto le difese nel procedimento in oggetto, segnala questa importante Ordinanza del Tribunale di Bologna, intervenuta in tema di procedimento sommario di cognizione (c.d. “rito sommario”) ex art. 702 bis c.c. Non si rinvengono precedenti in termini. Il Tribunale di Bologna, con Ordinanza del 19 marzo 2014, ha accolto l’eccezione pregiudiziale di incompetenza del Tribunale adito in una causa che era stata radicata in forma di Ricorso ex...

Leggi di più...

Anatocismo bancario

Si segnala questa importante Sentenza in tema di anatocismo bancario. L’Avv. Stefano Borsari così commenta la recente pronunzia. Il Tribunale di Bologna, con Sentenza 15 maggio 2013, n. 1498 ha stabilito alcuni principi cardine in tema di anatocismo bancario e tutela del correntista. In primo luogo, ha confermato la fondezza della doglianza relativa alla illegittimità della capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi applicata dall’istituto bancario nei confronti del cliente. In secondo luogo, ha riaffermato il principio in forza del quale deve essere dichiarata la...

Leggi di più...